infedeltÀ dipendenti

  • Investigazioni in tutta Italia
  • Prove valide in giudizio
  • Massima riservatezza

Investigazione mirata ad accertare eventuali comportamenti scorretti di un dipendente nei periodi di malattia, infortunio o di fruizione di permessi.

Consente inoltre di accertare eventuali casi di infedeltà dei dipendenti, agenti commerciali e collaboratori.

Per quali finalità si richiede

  • Verifica simulazione infortunio
  • Verifica simulazione malattia
  • Accertamento infedeltà dipendente
  • Accertamento doppia attività lavorativa
  • Uso distorto dei permessi ex Legge 104
  • Controllo attività scorrette degli agenti
  • Divulgazione dati a concorrenti
  • Dispersione del know how
  • Vendita di segreti industriali

Analisi del caso

Nella fase di acquisizione del mandato investigativo, focalizziamo l'ambito di intervento, individuando con precisione quali sono le esigenze aziendali relativamente alla specificità del caso trattato.

Fase Investigativa

Determinati gli obiettivi, la fase operativa viene affidata ad un team di investigatori con specifica preparazione tecnica in questo tipo di indagini.

L'azione investigativa è mirata a conseguire gli elementi di prova pertinenti all' indagine per un ottimale uso successivo nella fase legale.

Relazione al cliente

La relazione finale, come determinato anche dalla recentissima giurisprudenza, assume un rilievo determinante nell'utilizzo delle prove in sede giudiziale. 


ASSENTEISMO DEL DIPENDENTE

Come sancito anche da recentissime sentenze della Cassazione, il ruolo degli investigatori privati ha assunto sempre maggiore rilievo e riconoscimento giuridico nelle controversie di lavoro, in particolare in quelle relative alle cause di licenziamento per episodi di assenteismo. Le casistiche trattate da Amicodetective sono molteplici e variegate anche se legate da elementi contraddistintivi marcati e spesso ricorrenti. Solitamente l'intervento viene eseguito quando l'azienda ritiene fondato il sospetto che ricorrenti motivi di assenza dal luogo di lavoro da parte di un dipendente non siano determinati dalle motivazioni ufficiali che egli adduce (malattia, infortunio ecc.) ma in realtà da una volontà lesiva degli interessi dell'azienda medesima. Anche il controllo investigativo sull'uso illegittimo dei permessi ex art. 33 L. 104/92 è sancito e legittimato da recentissime sentenze.

INFEDELTÀ DEL DIPENDENTE

L’infedeltà di un dipendente si può concretizzare in molteplici espressioni. Può divulgare ad imprese concorrenti piani di business, segreti industriali, può gettare discredito sull’azienda datrice di lavoro favorendo così imprese concorrenti ecc. Il dovere di fedeltà da parte dei dipendenti è sancito dall'art.2105 del codice civile, nel quale si fa divieto al dipendente di trattare affari per conto proprio o di terzi, in concorrenza con il datore di lavoro ed altresì di divulgare notizie attinenti all'organizzazione e ai metodi di produzione dell'impresa, o farne uso in modo da poter recare ad essa pregiudizio.

CONTROLLO AGENTI

Per la natura stessa del loro importante lavoro, gli agenti sono maggiormente esposti ai rischi di incorrere in episodi di infedeltà verso l’azienda per cui operano; spesso si creano portafogli clienti che sentono come propri piuttosto che di pertinenza dell’azienda, stabilendo essi un rapporto fiduciario con i clienti e sovente di persona. Prevenire i rischi di improvvise emorragie di clienti è importante così come lo è comprendere se vi sia, di fondo, un comportamento sleale o persino lesivo degli interessi aziendali.

CONSULENZE GRATUITE
Investigazioni in tutta ITALIA
Il tuo caso verrà subito analizzato dai nostri investigatori privati.
concorrenza sleale
infedeltà soci e dipendenti